Località

L’albergo Adamantia è situato in un villaggio tradizionale, a 1 chilometro da Gaios, la capitale dell’isola, e a 1,5 chilometri dalle spiagge più vicine.

 

   

  

 

La splendida isola di Paxos, la più giovane delle Isole Ionie, è situata nel Mar Ionio, nella Grecia nord-occidentale. Secondo la mitologia greca, era il rifugio d’amore di Nettuno e Anfitrite. L’isola di Paxos consiste in un gruppo di piccole isole ed isolotti, di cui le più grandi sono quelle di Paxos e Antipaxos. Sono situate a 7 miglia a sud di Corfù e ad una distanza di 8 miglia dalla costa continentale della regione di Epiro. La capitale di Paxos è la città pittoresca di Gaios che viene naturalmente protetta da due piccole isole, la Panagia (l’isola della Madonna) ed Aghios Nikolaos.

 

  

 

 

L’isola di Paxos è caratterizzata da una fitta vegetazione ed è particolarmente nota per gli infiniti boschi di ulivo, che risalgono a centinaia di anni fa, e per i suoi piccoli vigneti. L’isola di Paxos è piane di grotte e di sorgenti sulfuree.

Il visitatore può ammirare la bellezza assoluta di una natura che mantiene eterna la sua caratteristica pittoresca. Si può godere della coesistenza armoniosa dell’olivo, della pietra e del pino. Si può anche godere della freschezza delle acque verdi nelle innumerevoli spiagge naturali, che circondano l’isola. I villaggi balneari, come Longos, Lacca e Gaios, attendono che il visitatore vada ad assaggiare la cucina delle isole ionie e il buonissimo vino dell’isola di Antipaxos. 

 

Attrazioni e bellezze naturali

Vale la pena di visitare...

A Gaios

 

  

  • Il Castello di San Nicola nell’omonima isola.
  • Il Convento nell’isola della Madonna.
  • La Chiesa dei Santi Apostoli.
  • L’antica Chiesa Cristiana della Santa Marina, al porto di Ozias.
  • Il museo di Paxos.
  • I pozzi dell’ Eleussa (della Madonna).
  • Il pozzo dei Santi Apostoli, a destra dell’omonima Chiesa.
  • Il pozzo dei Santi Anargiri, al di sopra della Chiesa.
  • Il mulino di Lessianitis al quartiere di Tranakatika.
  • La scogliera dei Mousmouli, attraversando il quartiere di Tranakatika.
  • Le Ostrie, note per la vista alla scanalatura e al tramonto. Si raggiunge facendo la strada a destra della Chiesa di Santa Paraskevi, a Bogdanatica..
  • Le spiagge: Klonì Goulì, Kamini, Kakì Langada. Dalla strada che trovate dopo il nuovo porto, all’incrocio a destra, verso Longos. 


Ad Antipaxos

 

      

  • Le spiagge: Vrika e Voutoumi, in motoscafo o in barca tradizionale in legno (kaíki) dal porto di Gaios.
  •  I vigneti tradizionali.
  •  La sorgente di Kaloiri.


     

A Lakka

 

 

 

  • La casa di Drihuzzi a Grammatikeika, si segue la strada che porta al Faro.
  • Il Faro, dalla stessa strada.
  • La Ipapantì (La Candelora), la strada oltre il bacino, andando verso Lakka.
  • Il Monodentri, una spiaggia che si può raggiungere dalla strada superiore di Lakka.

 

A Magasiá 

 




  •  La Chiesa dei Santi Apostoli, con vista sull’ Erimitis e il bellissimo panorama di Ortolithos.
  • La Kastanida, per il tramonto ed il panorama spettacolare sul mare (in fondo si puó distinguere anche l'isola di Corfú).

 

A Longos

 

 

 

  • La fabbrica di Anemoyannis, alle margini del villaggio, accanto alla scuola elementare.
  • La spiaggia di Levrehió e Marmari

------------------------------------

 

Come raggiungere l’isola di Paxos

Da Corfù: servizio di aliscafi giornaliero in estate, di frequenza ridotta in inverno
Da Igoumenitsa: servizio di traghetti giornaliero in estate.
Da Parga: servizio di traghetti giornaliero in estate
Da Atene: in aereo fino a Corfú.

 

Ci sono anche dei piccoli motoscafi che, in caso di emergenza, hanno la possibilità di coprire eventuali carenze di trasporto.

  

Per contattare le Autorità Portuali, telefonare a:

 

Capitaneria di Porto di Paxos: Tel: +30 26620 32533

Capitaneria di Porto di Corfù: Tel: +30 26613 65200

Capitaneria di Porto di Lefkimmi: Tel: +30 26620 23277 - 32004